L’Accessione, acquisizione a titolo originario della proprietà

L'Accessione, così come indica anche il titolo, è un metodo di acquisizione a titolo originario della proprietà consistente in una estensione della proprietà a ciò che può essere incorporato materialmente dal "fondo" o dal "suolo" indipendentemente dalla volontà delle parti. Tale incorporazione della "cosa" si ha tramite l'acquisizione della proprietà della stessa dal proprietario del fondo su cui la "cosa" viene creata, unita, edificata, coltivata, etc.

In soldoni, se senza alcun contratto che spefichi meglio la situazione si coltiva sul fondo altrui, le coltivazioni sono di proprietà del proprietario del fondo. Se si edifica su suolo altrui, il fabbricato diventa automaticamente di proprietà del proprietario del fondo e via discorrendo.

La giurrisprudenza ha stabilito che l'accessione è un istituto molto forte che non può essere scalfito né da accatastamento del fabbricato da parte del terzo né dall'inserimento in successione di un fabbricato da parte del terzo non proprietario del suolo! Anche perché questi passaggi, in Italia, non servono a identifcare la proprietà dell'immobile essendo il catasto non probabante ed essendo la successione non valida ai fini dell'acquisizione automatica della proprietà.
Sempre rimanendo sul tema dell'accessione possiamo dire che è un istituto che agisce automaticamente dove il giudice eventualmente emette una sentenza "dichiarativa" del diritto e non "costitutiva".

L'arti. 934 del Codice civile così recita: "qualunque piantagione, costruzione od opera esistente sopra o sotto il suolo appartiene al proprietario di questo, salvo quanto e' disposto dagli articoli 935, 936, 937 e 938 e salvo che risulti diversamente dal titolo o dalla legge. "

E' chiaro che questo diritto può essere scalfito solo da un altro diritto altrettanto forte e che agisce per via "dichiarativa", quale quello dell'usucapione. E' infatti utile ricordare come, generalmente dopo venti anni, anche un terzo che ha esercitato poteri di proprietà su un suolo non suo diverrà proprietario dello stesso, che con l'accessione, acquisirà quindi anche ciò che c'è sopra e sotto il suolo. Usucapione a Accessione non sono infatti in contrasto, ma anzi, sono diritti che come nell'ultimo esempio servono a delineare con chiarezza la proprietà dell'immobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *