Come si dimostra la proprietà di un immobile e cosa fare se si è smarrito l’atto notarile

Può essere facile ma anche estremamente complicato dimostrare la proprietà di un immobile. Innanzitutto definiamo cosa l'ordinamento civilistico intende per proprietà. Il codice civile indica la proprietà come "la capacità di un individuo di godere e disporre in modo pieno ed esclusivo delle cose nei limiti della legge"

Secondo il nostro ordinamento la proprietà deve sempre risultare da un atto pubblico, sia esso una sentenza del giudice ovvero un atto/rogito del notaio. L'atto notarile insomma è, fino a prova contraria, l'unica certezza esistente (nella quasi totalità dei casi tranne che in pochissime province dove esiste il catasto tavolare) nel nostro Paese circa l'esistenza di un diritto di proprietà di un dato immobile in capo a una certa persona fisica / giuridica.

Se si è smarrita la propria copia dell'atto notarile nessun problema! Si può tornare dal notaio che l'ha redatto richiedendone una copia. Se il notaio è morto o è in pensione gli atti vengono trasferiti presso l'archivio notarile esistente in ogni provincia. Qualora sia di nostro interesse conoscere la ubicazione dell'originale del nostro "vecchio" atto e il notaio non sia più in esercizio, possiamo andare sul sito del Ministero di Grazia e Giustizia e tramite il servizio "archinota", inserire le informazioni del Notaio per conoscere l'ubicazione fisica degli atti e procedere quindi con la richiesta di copia presso lo specifico archivio notarile della data provincia. Bisognerà poi dare gli estremi dell'atto (notaio, anno, numero di repertorio, etc) per riceverne una copia direttamente a casa propria.

Può capitare però che l'atto notarile sia stato redatto in maniera erronea o contenga dei refusi / errori (specie negli atti molto vecchi redatti negli anni 60 - 70 - 80 del novecento); questo può rappresentare un problema specie se poi lo stesso immobile è stato succeduto ovvero venduto più volte generando degli errori automatici a catena sui quali potrà diventare complicato agire per ristabile l'ordine delle cose. Ne parliamo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *